Autore: DavidYosef

KHANUKKA 5772

KHANUKKA La festa di Khanukkà, che non è prescritta dalla Torà ma dal Talmùd (Shabbàt 21b), celebra un evento della storia ebraica verificatosi nel 165 a.e.v.: il re Antioco IV, che dominava su Eretz Israèl, cercò di imporre agli ebrei la cultura greca. Per costringerli ad abbandonare HaShèm e diventare idolatri, vietò l’osservanza di alcune…

Di DavidYosef 19 Dicembre 2011 0

VAYESHEV: COME VINCERE IL BUIO

Spesso si abusa del principio del libero arbitrio per ottenere una falsa soddisfazione. In base a questo concetto biblico, ciascuno e libero di scegliere il proprio comportamento. Percio, quando ci viene fatto un torto – una truffa, un danno, oppure un consiglio negativo – ci sfoghiamo, accusando coloro che ci hanno fatto del male; lo consideriamo un’esclusiva conseguenza della scelta di chi l’ha fatto. E facile giustificare noi stessi accusando l’altro; la mente umana, del resto, trova scomodo vedere e accettare le proprie responsabilita. Se poi ci sentiamo giustificati da un concetto biblico, e ancora meglio.
In realta, il libero arbitrio di una persona non ha tutto questo “potere” di recare danno a qualcun altro: questa forza che D-o ci ha dato influisce solamente sulle nostre scelte.
Come dice il Tanya, libro che e alla base della conoscenza khassidica, se non fosse stato decretato dal Cielo che qualcosa potesse succedere a qualcuno, non sarebbe mai potuta accadere.
Ad esempio, capita che persone che vogliono con accanimento fare del male, non ci riescano; mentre in altri casi, succede di fare molto male a qualcun altro, involontariamente.
Troviamo una prova evidente di questo nel caso di Yossef: i fratelli riuscirono a nuocergli, non in virtu del loro libero arbitrio, ma perche tutto faceva gia parte del piano divino.
Come e scritto nello Zohar, cio accadde perche la famiglia di Ya’akov potesse trasferirsi in Egitto in maniera onorevole, non vi fossero, cioe, portati come schiavi bensi come parenti stretti del vicere. Questo non e tutto, esiste anche un aspetto mistico della discesa di Yossef in Egitto.

Di DavidYosef 14 Dicembre 2011 2

VAYESHEV: 5 LEZIONI PRECEDENTI

Questo Shabbàt 17 Dicembre, 21 del mese di Kislèv leggeremo la Parashà di Vayèshev. La Parashà di Vayèshev tratta in sintesi i seguenti argomenti: Gelosia dei fratelli nei confronti di Yossèf, accentuata dalla tunica variopinta regalatagli da Ya’akòv e dai suoi sogni. Yossèf sogna di legare covoni coi fratelli e che il suo covone si…

Di DavidYosef 10 Dicembre 2011 0

VAYISHLAKH : COME VINCERE LA RECESSIONE

Rigore e misericordia due approcci opposti ma in realtà complementari. Quando si uniscono i contrasti si rivela una luce infinita e una benedizione senza limiti. Alcuni punti della lezione : 1. Rashì seleziona due Midrashim sulla parashà di Vayishlàkh, nei quali Ya’akòv assume due comportamenti apparentemente contrastanti. Due commenti relativi allo stesso versetto, anche se…

Di DavidYosef 7 Dicembre 2011 8

TOLEDOT: 4 LEZIONI PRECEDENTI

Questo Shabbàt 26 Novembre, 29 del mese di Kheshvàn leggeremo la Parashà di Toledòt. Questa Parashà tratta un argomento molto importante, la discendenza di Yitzkhàk, la sterilità di Rivkà, la preghiera di Yitzkhàk e Rivkà per avere figli. La nascita di due gemelli Ya’akòv e Essàv, dei loro caratteri e delle loro inclinazioni. Crescita dei…

Di DavidYosef 19 Novembre 2011 0

KHAYE SARA – MATRIMONIO: CINQUE CONSIGLI PER RAFFORZARLO

Com’è possibile imparare le regole del matrimonio dall’acquisizione della tomba di Sarà? 1. Avrahàm Avinu acquista, a prezzo pieno e per una somma elevatissima, la Grotta di Makhpelà, per seppellire il corpo della sua amata moglie, Sarà, . Nel Talmud, trattato di Kiddushìn, leggiamo che un uomo può acquisire in matrimonio una donna anche attraverso…

Di DavidYosef 16 Novembre 2011 3

KHAYE SARA: 4 LEZIONI PRECEDENTI

Questo Shabbàt 19 Novembre, 22 del mese di Kheshvàn leggeremo la Parashà di Khayè Sarà. Questa Parashà tratta la sepoltura di Sarà che muore all’età di centoventisette anni. Avrahàm acquista a prezzo pieno la Me’aràt Hamakhpelà, a Khevròn, per seppellirvi la moglie. Narra inoltre del giuramento di Eli’èzer riguardante la ricerca della moglie per Yitzkhàk.…

Di DavidYosef 13 Novembre 2011 0

VAYERA: PERCHE’ IL TERZO GIORNO?

Diversità e complementarietà nell’osservanza delle Mizvòt prima e dopo Matan Torà! Alcuni punti della lezione : 1. Avraham è al culmine del dolore per la milà fatta tre giorni prima. 2. Perché le Mizvòt vanno fatte in maniera naturale e non in un contesto miracoloso? 3. Rapporto e correlazione tra miracoli, la nostra vita e…

Di DavidYosef 9 Novembre 2011 1